Telecom limita il P2P

Share:
Condividi

telecom_filtri p2pUna notizia che farà infuriare il pubblico amante del peer to peer, si tratta l’ennesima notizia di applicazione di filtri anti p2p da parte di un grande provide. I filtri agiscono limitando la banda ai client che si occupano di condividere file, al fine di regolamentare e preservare la disponibilità di connessione ed evitare intasamenti.

E’ ora la volta anche di Telecom Italia che limiterà le funzionalità di file sharing sulla sua gamma di prodotti Alice. Questo quanto riportato dalle nuove Condizioni Generali di Contratto dell’offerta adsl di Telecom Italia che diverranno effettive a partire da marzo. Telecom ha tenuto necessario l’applicazione per preservare la ualità della rete e ha fatto sapere però che i filtri  di tipo dinamico, cioè entrano in funzione qualora ci sia un forte decremento delle risorse di rete disponibili.

Non sorprenderebbe che tutti gli altri operatori seguissero la strada dell’ex monopolista, anche se esiste la possibilità che invece anche a livello commerciale si punti ad una differenziazione tra offerte con o senza blocchi, questo a vantaggio della concorrenza.

2 risposte a Telecom limita il P2P

  1. Davide scrive:

    Ho letto la news e anche le precisazioni che stanno su assistenzatecnica.telecomitalia.it, sotto info&news-network management. Mi sembra che Telecom si stia adeguando alle policy degli altri operatori, ma mi pare che lo faccia in modo piu’ trasparente:

    - filtreranno solo nelle centrali critiche
    - solo negli orari di punta
    - pubblicheranno elenco delle centrali interessate e gli orari di applicazione delle policy
    - ad oggi non stanno filtrando nessuna centrale

    A me pare un atteggiamento trasparente: tutti gli altri operatori prevedono nei loro contratti la facoltà di fare traffic shaping, Telecom si sta adeguando, ma non significa che voglia tagliare il peer to peer a prescindere.
    Ovvio che se in una centrale tutti vanno lenti, non riesci ad ampliare la banda in un giorno: l’unica soluzione immediata è filtrare il filtrabile. Se proprio devo scegliere preferisco navigare velocemente e scaricarmi la posta e lasciare il pc acceso di notte per fare p2p, piuttosto che andare come una lumaca tutto il giorno.

    Ecco il testo:

    —————————————
    Per garantire l’integrità della rete e il diritto per tutti i Clienti ad accedere ai servizi di connettività Internet anche nelle fasce orarie in cui il traffico dati è particolarmente elevato, Telecom Italia, nel rispetto del principio di parità di trattamento e quando necessario, si riserva la facoltà di introdurre meccanismi temporanei e non discriminatori di limitazione all’uso delle risorse di rete disponibili per tutte le offerte commerciali che prevedono traffico dati su tecnologia ADSL.

    A tal fine Telecom Italia, limitatamente alle sole centrali in cui si verificano fenomeni di congestione di traffico, potrà intervenire sulle applicazioni che comportano un maggior consumo di risorse di rete (peer to peer, file sharing ecc.) limitando la banda dedicata a queste ultime ad un valore massimo proporzionale alla banda complessiva disponibile sulla singola centrale.

    Questi meccanismi di Network Management, applicati in singole località e solo nelle ore di maggior traffico, hanno l’obiettivo di migliorare la qualità complessiva del servizio e, non pregiudicando l’utilizzo delle applicazioni di file sharing, permettono di garantire anche nelle ore di punta una sufficiente disponibilità di banda per il funzionamento soddisfacente delle altre applicazioni “realtime” (es. navigazione internet, posta elettronica, Youtube, ecc.).

    Nell’ottica di fornire massima trasparenza e tutela ai propri Clienti, in questa pagina saranno indicate le fasce orarie e le località che potrebbero essere interessate dagli interventi di rimodulazione della banda disponibile.

    *** Al momento non ci sono Centrali interessate ***

  2. CaMaRo scrive:

    Già la telecom non è l’ISP migliore per la velocità, più si aggiunge questo filtro, siamo apposto…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>