Con Hadopi il p2p è diminuito del 66%, ma le major continuano a perdere proventi

Share:
Condividi

Con Hadopi il p2p è diminuito del 66%, ma le major continuano a perdere proventiE’ passato un anno e mezzo dall’introduzione della legge anti-pirateria Hadopi in Francia. I fautori della legge sono fieri nel presentare i dati che testimoniano un importante calo del traffico sulle reti p2p. La legge nel suo primo anno di vita è stata di molto criticata. Ricordiamo che prevede l’invio di una lettera di avvertimento e se l’utente protrae il comportamento illegittimo si arriva al distacco della rete.  Il calo di traffico nelle reti p2p sarebbe addirittura del 66% e 29% in meno di visite a siti illegali.

Pur riconoscendo la sua inutilità nel primo anno di attuazione, ha criticato i responsabili per la legge francese del tre scioperi, Hadopi, che può tagliare la connessione a Internet degli utenti abituali in download di materiale protetto da copyright hanno preparato un rapporto, secondo loro, la prova dei buoni risultati conseguiti nei 17 mesi è stato attuato in Francia. Inoltre, “gli studi comparativi che coprono tutte le fonti disponibili mostrano una chiara tendenza al ribasso per quanto concerne i download illegali. Non vi è neppure alcuna indicazione che vi sia stato un massiccio trasferimento verso le tecnologie  streaming o download diretti “.

A fronte di questi dati occorre però considerare che i  proventi dell’industria cinematografica e musicale, in Francia è sceso nel 2011 del 2,7 e del 3,9 percento rispettivamente. Sembra dunque che a conti fatti quindi Hadopi non abbia apportato i risultati sperati. Le casse delle major continuano a svuotarsi e il problema a questo punto non dipende dal peer to peer. Non è conveniente quindi lasciare agli utenti maggior libertà di movimento ed espressione?

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>