Chiude ItalianShare, portale dei pirati italiani

Share:
Condividi

italianshare-chiudeCon una nuova retata da parte della guardia di finanza, è stato chiuso l’ennesimo sito/community dedicato allo scambio di file illegali. Questa volta le istituzioni hanno fatto un colpaccio, si tratta infatti di Italian Share, una delle community più attive, considerata il negozio dei pirati italiani. La Fimi descrive il canale come “vero e proprio supermarket della pirateria tra i più diffusi in Italia, con oltre 136 mila utenti iscritti e 31.360 opere coperte da copyright illecitamente in condivisione”.

In totale i siti oscurati e posti sotto sequestro sono

www.italianshare.net;

musicshare.italiannetwork.net;

filmshare.italiannetwork.net;

uwp.italiannetwork.net;

www.italiansexy.net.

Questa la nota a cui ha fatto seguito la chiusura dei siti e il sigillo al web: “I siti appartenenti al network “ITALIANSHARE” si presentavano come forum finalizzati alla raccolta, indicizzazione e diffusione di materiale tutelato, mediante diverse modalità che andavano dal download classico (link ai c.d. “cyberlockers”) alla fruizione in streaming di palinsesti e/o contenuti cinematografici/musicali, fino alla condivisione di collegamenti utili alle note piattaforme di p2p come “Torrent” (c.d. file .torrent) e “eMule” (c.d. link ED2K). Pertanto, come riportato anche nel messaggio di benvenuto, ITALIANSHARE risultava essere una piattaforma P2P multiprotocollo, la prima sottoposta a sequestro in Italia.

Ad aggravare la posizione dei responsabili vi è lo scopo di lucro, dato dalla pubblicità presente massicciamente nei siti. La Fimi fa sapere che l’azione di repressione non si conclude qui. Sono previste sanzioni per chi ha reso disponibile i file online e per quanti li hanno condivisi, secondo le vigenti leggi.

Oltre alla Guardia di Finanza hanno preso parte all’azione anche  F.P.M. (Federazione contro la Pirateria Musicale), A.E.S.V.I. (Associazione Editori Software Videoludici Italiani) e F.A.P.A.V. (Federazione antipirateria audiovisiva).

Una risposta a Chiude ItalianShare, portale dei pirati italiani

  1. baffomonello scrive:

    ma vergognatevi….la mafia,Silvio e i politici italiani,quelli sono da arrestare per associazione mafiosa non chi scambia film innocui da vedersi a casa….e U torrent,eMule?….meditate
    un abbraccio dal vostro baffomonello(diabolik man)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>