“Undo” per Gmail: la nuova funzione gratis per Android

Share:
Condividi

Undo per Gmail su Android e iPhoneGoogle introduce la funzione Undo per Gmail per le piattaforma mobili Android, iOS di Apple e Blackberry 6.0. Di cosa si tratta? Con Undo sarà possibile porre rimedio a eventuali errori compiuti nella gestione della propria posta elettronica. Si potranno riparare quattro tipi di errori che riguardano l’archiviazione, la cancellazione, l’utilizzo delle etichette e gli spostamenti tra le cartelle.

La funzione Undo per Gmail sui browser di Android, iPhone e Blackberry 6.0 sarà rilasciata automaticamente da Google: non sarà necessario effettuare alcun aggiornamento né scaricare nessuna nuova versione. Con l’introduzione di Undo, l’esperienza d’uso di Gmail sulle piattaforme mobili si avvicina ancora di più a quella possibile con la versione per desktop. Se siete sbadati, poi, con Undo avrete un po’ di tempo per porre rimedio ai vostri errori.

Il più classico riguarda la cancellazione dell’email sbagliata nel momento sbagliato. Cosa succede in questi casi? Se l’eliminazione è definitiva, di solito siete fregati; con la nuova funzione, subito dopo la cancellazione di qualsiasi email sarà possibile annullare l’azione appena compiuta, premendo sulla voce “Undo” che compare in una barra gialla sulla parte bassa dello schermo. Lo stesso naturalmente avviene in quei casi in cui un’azione sbagliata rischia di compromettere, se non una carriera lavorativa, almeno l’ordine o l’archivio della vostra Gmail.

Avete cancellato un’etichetta fondamentale per l’organizzazione del vostro archivio? Dopo ogni azione, sarà possibile tornare indietro, a patto di rendersene conto subito e prima di combinare qualche altro guaio. La nuova possibilità sarà implementata in maniera automatica sulle webapp Gmail per Android e iPhone, senza bisogno di scaricare alcun update dall’Android Market, dall’App Store o dal Blackberry App World.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>